Riflessioni

Alcune volte a settembre quando iniziano i corsi un po’ dappertutto, mi vengono delle riflessioni che questa volta ho deciso di scrivere. Questa stagione 2013/2014, è caratterizzata dal Kizomba. Sarà possibile che adesso tutti i maestri che fino a qualche mese fa facevano caraibico adesso siano maestri di kizomba?. E’ possibile che adesso tutti siano  insegnanti di Zumba?. Io personalmente non mi sentirei pronto ad insegnare queste discipline se non dopo averle sviscerate studiate e apprese al massimo. Come faccio a trasferire qualcosa agli altri che non conosco? Ormai sono tanti anni che io e mia moglie Adriana (Cubana) continuiamo a studiare i balli caraibici cubani, nemmeno portoricani perchè anch’esso è un altro mondo. Credo che la specializzazione sia la miglior cosa per dare un servizio di qualità. I grandi artisti infatti non si sono messi a far kizomba, zumba prendono persone specializzate ad insegnare nelle loro accademia questa è serietà nei confronti degli allievi. E’ come anni fa tanti di quelli che insegnavano liscio si sono messi ad insegnare salsa non sapendo nemmeno da che parte sta Cuba. Taluni di questi poi sono anche guidici di queste fantomatiche federazioni che rilasciano diplomi e che in 1 giorno ti danno il diploma di ballo per tutti i balli ….basta pagare alla fine. Racconto quest’aneddoto; parecchi anni fa ci chiamano 2 professionisti (a dir loro) di ballo da sala, perchè volevano imparare la salsa, la bachata e il merengue. Andiamo a far lezioni private da loro e dopo un po’ capiamo che loro stessi senza sapere nulla se non quello che noi insegnavamo, insegnavano a loro volta, e avevano anche persone, ovviamente abbiamo sospeso tutto e terminato con le lezioni. Questa è la crisi della salsa, sono i paravento  per non dire altro che insegnano tutto dopo 2 video su u tube e dopo 5 lezioni private e che dopo quando li vedi ballare fanno ridere ad occhi esperti ma ai principianti fanno brillare gli occhi perchè vedono magari 2 acrobazie fuori tempo…..ciao a tutti Marco Pavan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *